Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Pubblicazione Indicatore di tempestività dei pagamenti ai sensi della Circolare n. 3 del 14/01/2015 del M.E.F.

Tale sezione contiene l'indicatore annuale e trimestrale di tempestività dei pagamenti previsti dagli articoli 9 e 10 del D.P.C.M. del 22/09/2014

Gli indicatori misurano i tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.

Vengono pubblicati anche nella sezione relativa alla finanza del portale Scuola in Chiaro link

Art. 33 - Obblighi  di pubblicazione concernenti i tempi di pagamento dell'amministrazioneLe pubbliche amministrazioni pubblicano, con cadenza annuale, un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato: «indicatore di tempestività dei pagamenti».

Il DECRETO-LEGGE 24 aprile 2014, n. 66 (in G.U. 24/04/2014, n.95), convertito con modificazioni dalla L. 23 giugno 2014, n. 89 (in G.U. 23/06/2014, n.143), ha disposto (con l'art. 8, comma 1, lettera c)) la modifica dell'art. 33, comma 1."Le pubbliche  amministrazioni  pubblicano,  con  cadenza annuale, un indicatore dei propri tempi medi  di  pagamento  relativi agli acquisti di beni, servizi e  forniture,  denominato  'indicatore annuale di tempestività dei pagamenti'. A decorrere dall'anno  2015, con cadenza trimestrale, le pubbliche amministrazioni  pubblicano  un indicatore,  avente  il  medesimo  oggetto,  denominato   "indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti".DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 settembre 2014 “Definizione degli schemi e delle modalità per la pubblicazione su internet dei dati relativi alle entrate e alla spesa dei bilanci preventivi e consuntivi e dell'indicatore annuale di tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni” (GU Serie Generale n.265 del 14-11-2014)

Modalità di calcolo

L’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l’importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

Definizioni

“transazione commerciale”, i contratti, comunque denominati, tra imprese e pubbliche amministrazioni, che comportano, in via esclusiva o prevalente, la consegna di merci o la prestazione di servizi contro il pagamento di un prezzo;

“giorni effettivi”, tutti i giorni da calendario, compresi i festivi;

“data di pagamento”, la data di trasmissione dell’ordinativo di pagamento in tesoreria;

“importo dovuto”, la somma da pagare entro il termine contrattuale o legale di pagamento, comprese le imposte, i dazi, le tasse o gli oneri applicabili indicati nella fattura o nella richiesta equivalente di pagamento

Tempi pubblicazione

indicatore annuale entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento

indicatore trimestrale, a decorrere dal 2015, entro 30 giorni successivi al trimestre

Periodo di riferimento  trimestre Valore   

 2014

annuale

-17,77

  gennaio - dicembre 2014

2015

I

-17,81 

gennaio - marzo 2015

 2015

 II

-19,82 

aprile - giugno 2015 

2015

III

0,72

luglio - settembre 2015

2015

IV

-23,56 

ottobre-dicembre 2015 

2015 annuale -17,55 gennaio-dicembre 2015
2016 I -24,29 gennaio - marzo 2016
2016 II -22,18 aprile - giugno 2016
2016 III -16,44 luglio - settembre 2016
2016 IV -15,36 ottobre-dicembre 2016
2016 annuale -20,73 gennaio-dicembre 2016
2017 I -2,83 gennaio - marzo 2017
2017 II -11,40 aprile-giugno 2017
2017 III -20,45 luglio-settembre 2017
2017 IV -16,15 ottobre-dicembre 2017
2017 annuale -11,52 gennaio-dicembre 2017
2018 I -16,15 gennaio - marzo 2018
2018 II -6,74 aprile-giugno 2018
2018 III -14,13 luglio-settembre 2018